Home Abroad – un workshop a Parigi

Partecipare a worshop interculturali fa bene – soprattutto se sono a Parigi!

Sono da poco tornata da una splendida settimana parigina. Ho partecipato a Home Abroad, un seminario organizzato da Elan Interculturel nell’ambito del Lifelong Learning Programme of the European Communities attraverso il Grundtvig Programme. E’ stato un seminario entusiasmante. Con un gruppo di 12 partecipanti (9 diverse nazionalità!) e tre organizzatrici (3 diverse nazionalità:-), per 5 giorni ci siamo immerse negli affascinanti meandri della cultura, dell’adattamento, della comunicazione, della diversità. Come sempre succede in questi casi (non mi stancherò mai di dirlo: l’80% del beneficio di questi corsi sta nel prendersi il tempo di concentrarsi a lungo su tematiche che solitamente non riusciamo a incastrare nel nostro quotidiano), abbiamo goduto delle rispettive esperienze per confrontarci, scoprirci e crescere. Sotto la guida esperta di Vera, psicologa ungherese trapiantata a Parigi, e con gli interventi di Stéphanie, franco-cambogiana, e Cécile, argentina, abbiamo giocato, riflettuto, esplorato, discusso.

Ho imparato tantissimi nuovi esercizi, e ho osservato attentamente la gestione del gruppo da parte di Vera. Una delle cose che più mi è piaciuto fare è stata un’attività in città: armate delle nostre macchine fotografiche ci siamo separate in diverse direzioni (io ho scelto un quartiere a caso, che si è poi rivelato un’ottima scelta perchè ospitava il cimitero Père Lachaise, un posto incredibile!!), e abbiamo dovuto fotografare quelli che per noi sono i punti di differenza rispetto al nostro paese d’accoglienza, e le chiavi d’entrata a una città sconosciuta. E’ stato un momento bellissimo che mi sono goduta a fondo. Osservare per cercare è una maniera tutta diversa di guardare agli spazi cittadini. Ed è stato entusiasmante, il giorno dopo, confrontare le esperienze, i sentimenti, le diverse percezioni e la vastità degli elementi che colpiscono i singoli individui per la loro diversità.

Adesso non vedo l’ora di mettere in pratica quello che ho imparato. Comincio a metà maggio. Ma questo lo riservo per un altro post….

 

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Natalie Tollenaere ha detto:

    This sounds really a nice workshop, Claudia. Lookng forward to hear about your next step.
    Natalie

  2. Ania ha detto:

    Bello il testo Claudia! Fingers crossed!!! Motivation and strength:)

  3. Norma Isaczai ha detto:

    Claudia I am glad to see your blog. The workshop has given me a push too. I have been busy gathering information about distance learning in the UK. I think I have found the university and program I want to study (Poverty Reduction, Policy and Practice at London University). Now the part of gathering the documents/essay will need to be prepared and sent off to them.
    love the photo of Palestine in the background.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...