Che anno!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Amo tutti i finali perchè significano nuovi inizi. A volte sono anche l’occasione di fermarsi a riflettere su quanto si è raggiunto, sui propri obiettivi, etc. La sola cosa che mi viene da dire oggi, l’ultimo giorno di questo 2014, è CHE ANNO!!! Probabilmente in passato ho vissuto anni più intensi, ma questo è più vicino, gli eventi che l’hanno marcato son freschi, e le loro conseguenze ancora ben presenti.

Ho cambiato paese. Ho lasciato la Palestina (una cosa che non pensavo possibile) e mi sono spostata a Jakarta, un’avventura completamente nuova, decisamente affascinante, un ambiente dove affronto sfide completamente diverse di quelle a cui ero abituata a Gerusalemme.

La mia famiglia si è sparpagliata sul globo in modo mai successo prima con tale fantasia geografica: mentre io e Mattia eravamo a Jersualemme, Alessandro era dapprima a Parigi, poi in Thailandia, Giappone, Italia e Indonesia. Abbiamo visto Giorgio andare e venire: Cuba, Haiti, Italia, e poi Indonesia. Mattia si è stabilito in Inghilterra, e poi ci ha raggiunti (in Indonesia) a Natale. Adesso è in Francia a vedere i suoi amici e cominciare il nuovo anno con loro. Io sono stata in Italia quasi due mesi con la mia famiglia d’origine, mentre i miei uomini erano a migliaia di chilometri di distanza.

Mattia ha lasciato il nido, adesso studia in Inghilterra. Io e lui abbiamo passato la prima parte dell’anno a Gerusalemme, per permettergli di fare la maturità là, e questo periodo avrà per sempre un posto speciale nel mio cuore.

Abbiamo avuto la nostra splendida festa in Toscana, che facciamo ogni tre anni, e che è stato L’EVENTO di quest’anno (ne ho scritto  qui) e ci ha dato modo di rivedere amici da tutto il mondo, una meraviglia.

Alessandro ha trovato uno stage a Jakarta, quindi dopo quattro anni fuori casa, è tornato temporaneamente con noi, un’altra esperienza di famiglia interessante e coinvolgente.

La mia vita professionale ha avuto dei risvolti inaspettati e positivi: quando andiamo alle feste, adesso, la gente mostra più interesse nel mio lavoro che in quello di mio marito, cosa che non avrei mai creduto possibile! Ora posso rispondere alla Fatidica con soddisfazione a stento controllata. Ed è stupendo 🙂

Abbiamo cominciato a rifare Expatclic da zero, un lavoro enorme e faticoso che ci porterà nel pieno del 2015, e dato il benvenuto a nuovi membri in equipe (tra parentesi, Expatclic resta il progetto che mi appassiona di più, in assoluto). Con mia enorme gioia, abbiamo anche lanciato la libreria di Expatclic, un progetto che volevo da tanto e che ha visto le care Anna e Alessandra lavorare in uno splendido tandem per arrivare pronte alla scadenza prefissa.

Tristemente, abbiamo perso due cari amici. Una in realtà è mancata nel 2013, ma l’abbiamo scoperto solo quest’anno, cosa che mi ha fatto pensare un sacco alla vita, morte e alla distanza.

Ho anche appena scoperto che il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha respinto la risoluzione per uno stato Palestinese. La cosa non mi soprende affatto, ma mi fa perdere speranza nel futuro di un mondo come spazio equamente condiviso. E se c’è uan cosa che auguro a tutti nel cominciare questo nuovo anno, è di non smettere mai di cercare la giustizia e il rispetto, e questo include prendersi tempo per capire davvero cosa sta accadendo in Palestina e cosa stanno sopportando i Palestinesi. Se c’è qualcosa che posso fare per aiutarvi in questo, fatemelo sapere. Io troverò tempo e motivazione per aggiungere la mia piccola voce a quella silenziata dei Palestinesi. Non riesco a pensare a un modo migliore per onorare l’anno che sta per finire.

Felice  2015 a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...