Two dreams come true

Leggi in italiano

I already told you that in March I will attend the Families in Global Transition Conference. FIGT is an amazing forum of people who for years have been into the mobile world and contributed to support the global experience of families all over the world. They meet once a year in what is the best and richest moment for expats like me. During the conference, you have a chance to reflect, share, laugh and connect with like-minded expats.

Attending the FIGT has been a dream of mine since I started Expatclic. A big dream. However, logistical and family reasons always prevented me from attending. The conference  had always been held in the United States, but this year they decided to move it in Amsterdam. When I got to know that, I rejoiced, knowing that I could combine a trip to Amsterdam with a couple of days in Milan to see my mom. In my mind, I had always seen myself participating as a guest, mingling in the public and listening to those vibrant people who have so much to share. My fabulous Expatclic team, though, was very supportive in convincing me we should try to be presenters at the conference. We came up with a proposal, and it was accepted. And this is the first dream that comes true, and with a bonus: I will hold a kitchen table conversation, during which I’ll share my experience of working for eleven years for the positive growth of the community around Expatclic.

Yesterday I got a message through my personal website, from one of the key speakers of the conference, who asked me if I want to be the fourth panelist in a discussion on “Growing a Global Business with a Community”. She and the other two panelists are women whom I have followed and admired for years. They are inspiring expat women who have created their own businesses and contributed to the global discourse on women’s professional identity abroad in innovative ways, and that I have always looked at like sort of heroes. And I will be sitting at the same table with them, sharing my experience, which they obviously judge interesting and enriching.

After reading the words in the message yesterday, “[…]the theme for this year’s conference is “Expertise and Empathy” and we would be honoured if you would consider being a part of the empathetic expert panel of four who will inspire the discussion[…], I was so moved I wanted to cry.

Screen Shot 2016-02-17 at 10.52.19 AMBecause you see, I know Expatclic is a great website – we receive praise and compliments every day, and we know it because we are in contact with all the women we have helped through the years. But I am a humble and modest person, and I have never bothered people with it. During these eleven years, I could have pestered you with demands to help me make it grow, I could have distributed my cards all over the planet, solicited articles, talked about my project to every person I met (and I have met many). I did not do it, but I still spent hours and hours, days, years working on it with a passion that I rarely felt for other projects. Since it was launched, rarely a day went by without me sitting at my computer to write, translate, contact, discuss, solve a technical problem, brainstorm, train new team members, find money…and a lot more.

So this invitation for me is a huge reward. It tells me my work and experience are considered interesting and worth presenting to such a distinguished audience. I have always dreamed to have the chance to be a panelist. Now my second dream has come true 😀

 

Vi ho già detto che a marzo andrò alla conferenza della Families in Global Transition. La FIGT è un’incredibile organizzazione che da anni si occupa del mondo mobile e contribuisce a sviluppare positivamente l’esperienza delle famiglie globali in tutto il mondo. Si incontrano una volta all’anno in una riunione entusiasmante per tutti gli espatriati come me, che durante la conferenza possono riflettere, condividere, ridere e stringere legami con persone simili a loro.

figtPartecipare alla conferenza della FIGT è sempre stato il mio sogno, fin da quando ho lanciato Expatclic. Un grande sogno. Purtroppo però ci sono sempre state ragioni logistiche e familiari che me l’hanno impedito. La conferenza è sempre stata negli Stati Uniti, quest’anno hanno invece deciso di tenerla ad Amsterdam. Un’ottima notizia per me, che posso combinare una visita ad Amsterdam con una puntata a Milano a salutare mia mamma. Nella mia testa, mi ero sempre vista partecipare come ospite, mischiandomi al pubblico e sedendomi ad ascoltare quelle entusiasmanti persone che hanno così tanto da dire. Il mio splendido team di Expatclic però, mi ha spinta a tentare di partecipare come presenter. Abbiamo stilato una proposta, che è stata accettata. E questo è il primo sogno che si è avverato, con un bonus. Oltre a partecipare alla conferenza, terrò una “kitchen table conversation” durante la quale condividerò la mia esperienza di undici anni dedicati alla crescita positiva della comunità che ruota intorno a Expatclic.

Ieri mi è arrivato un messaggio attraverso il mio sito personale, da una delle prime relatrici della conferenza, che mi invita ad essere la quarta panelist in una discussione sul “Sviluppare un business globale con una comunità”. Lei e le altre due panelist che parteciperanno alla discussione sono donne che seguo e ammiro da anni. Sono espatriate che hanno creato il loro business e contribuito al discorso dell’identità professionale della donna che vive all’estero in maniera innovativa. Per me sono sempre state fonte di ispirazione, delle speci di super eroine. E io sarò seduta al loro stesso tavolo, contribuendo con la mia esperienza, che ovviamente giudicano interessante e arricchente.

Dopo aver letto le parole nel messaggio, ieri, “[…]il tema della conferenza di quest’anno è “Competenza e Empatia”, e saremmo onorate se accettassi di essere parte di quattro empatici esperti che animeranno la discussione[…], ero così emozionata che mi veniva da piangere.

Screen Shot 2016-02-17 at 10.52.19 AMPerchè vedete, io so che Expatclic è un grande sito – non passa giorno che non ci arrivino complimenti e belle parole, e tanta gratitudine dalle donne che abbiamo aiutato nel corso degli anni. Ma io sono una persona umile e modesta, e non ho mai disturbato col mio sito. In questi undici anni avrei potuto tempestarvi di richieste per farlo crescere, avrei potuto distribuire il mio biglietto da visita a destra e a manca, richiesto articoli, parlato del progetto a ogni singola persona che incontravo (e ne ho incontrate tante), ma non l’ho fatto. Ci sono persone che mi conoscono da anni che ancora non sanno che mi occupo di Expatclic. Eppure ci ho speso ore e ore, giorni, anni, lavorandoci con una passione senza eguali. Dal suo lancio, non c’è quasi stato giorno che non mi sedessi al computer a scrivere, tradurre, contattare, rispondere a messaggi, risolvere problemi tecnici, analizzare, formare nuovi membri dell’equipe, cercare fondi…e molto altro ancora.

Quindi questo invito per me è un’enorme ricompensa. Mi dice che qualcuno pensa che il mio lavoro e la mia esperienza siano interessanti da presentare a un pubblico così distinto. Ho sempre sognato di salire a al tavolo di una conferenza. Ed ecco che il mio secondo sogno si è avverato 😀

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Helga ha detto:

    Complimenti ed in bocca al lupo per questa nuova esperienza ! Ho avuto brevi esperienze expat fino ad ora ( e non so se ne avrò ancora in futuro) ma expatclic mi ha aiutato molto, e’ stato un sostegno insperato e benvenuto . Buon lavoro e grazie ancora .

  2. claudialandini ha detto:

    Grazie a te Helga! Sapere che siamo utili è il carburante più potente!

  3. Lei mi entusiasmo molto! In bocca al lupo.

  4. Aquatic life world ha detto:

    Brava Claudia!!! Te lo meriti 🙂 Sono molto felice per te!

  5. mammafarandaway ha detto:

    Complimenti Claudia, te li meriti tutti! Il tuo entusiasmo e’ contagioso! Un abbraccio virtuale, Fabiana

  6. Mamma in Oriente ha detto:

    Complimenti Claudia! Ed un grande in bocca al lupo per questa nuova esperienza!

  7. chiara Tavecchio ha detto:

    Claudia sono davvero felice di questa notizia, se non fosse che non capirei un accidente x via della lingua, sicuramente la conferenza sarà tutta in inglese, ci verrei anch’io, bacioni
    Chiara cugy 3

  8. Luca ha detto:

    Bravissima Claudia, il giusto risultato di un impegno intelligente e costante !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...