Un libro delizioso

Avevo sempre guardato a Curarsi con i libri, rimedi letterari per ogni malanno, di Ella Berthoud e Susan Elderkin, con leggero sospetto. Un compendio di seicento e passa pagine con una lista infinita di titoli mi dava l’idea di un barboso elenco di recensioni, magari frettolose. Invece quando l’ho finito mi sono sentita vuota e immalinconita, come se avessi dovuto dire addio a due sagge amiche, la cui compagnia è stata fonte di allegria e condivisione. E allora sono andata alla voce Malinconia, che mi ha rimandato alla voce Tristezza, che inizia così:

Quando siamo tristi, i nostri corpi si muovono verso gli scaffali della nostra biblioteca con la stessa forza, irresistibile e invisibile, delle maree attratte dalla luna o degli uccelli migratori che ritrovano la strada di casa. Per atterrare con inesorabile precisione su Le bestiali beatitudini di Balthazar B.[…]

Mi sono subito rallegrata perchè ho ritrovato il gusto ironico, frizzante e ricco che pervade tutto il libro, e che con intelligenza e delicatezza, invita ad usare la lettura in tutte le sfaccettature possibili (e spesso inimmaginabili) che ci offre.

Il libro comincia con una nota di Fabio Stassi, che ne ha curato l’edizione italiana, e un’introduzione delle autrici. Quindi parte con l’elenco, in ordine alfabetico, dei malanni e dei relativi rimedi letterari. Il mio consiglio è di leggerli in sequenza, ma potete anche decidere di saltare da un malanno all’altro, magari cominciando da quelli che vi affliggono attualmente. Sia le descrizioni dei malanni che le cure proposte sono gradevolissimi. Il tono delle autrici è leggero, empatico e ironico. I libri suggeriti – molti dei quali, mi auguro, avrete già letto – svariatissimi, e vanno dai classici alle ultime uscite, portandovi dall’America Latina alla Russia, e passando per generi, paesi e situazioni diverse. Le recensioni sono rapide ma efficaci, perchè senza mai svelare la fine, risvegliano la curiosità e soprattutto trasmettono l’entusiasmo delle autrici per il tale o tal’altro romanzo o saggio.

Ogni tanto Ella e Susan inseriscono dei “rimedi contro i disturbi della lettura”, e tra questi non potrete fare a meno di identificarvi, quantomeno in alcuni. Ad esempio, chi di voi non soffre di acquisto compulsivo di libri? O della paura della fantascienza? O del rifiuto di lasciare un libro a metà? Le soluzioni offerte sono divertenti e probabilmente efficaci (ne proverò sicuramente alcune). Ma soprattutto vi fanno sentire capiti, offrono un senso di appartenenza che solo chi è visceralmente appassionato dalla lettura sa apprezzare.

Vi ritroverete alla fine del libro con un elenco di titoli da aggiungere alla vostra sicuramente già infinita lista di desideri, ma che importa! Andate alla voce “sopraffatti dalla quantità di libri al mondo, sentirsi”, per trovare immediato sollievo e correre a comprare!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...