An ode to Italy

Leggi in italiano

This post is dedicated to the Italian people who lost everything in the earthquake of 24th August 2016

I just shared on my FB wall a post I wrote last year when I came back to Jakarta after my summer holiday, and I said that apart from minor facts, it could still apply today. There is, however, something that I should add this year. Whenever I came back after a lovely holiday in Tuscany and with my family, I felt that what I missed was her: the beautiful region that I love so deeply,  where the place we call home happens to be. And then of course I missed my sons and the mozzarella. This summer, it’s different. I don’t know if it is because the general climate has finally started improving, or simply because I am changing, but today like never before I feel an affection for my country of birth, and a longing, now that I am back to the other side of the world, that softens my heart. This is an all-encompassing feeling, it’s not only linked to happy personal moments or to my greed for good cheese: for the first time in years I left with the impression that despite its many negative sides and difficulties, Italy remains one of the best countries I have known so far in terms of quality of life.

I have certainly not reinvented the wheel. Everybody knows that Italy is famous all over the world for some traits that are pretty unique to her. It’s just that in this phase of my life I realise Italy encompasses many things that have become important to me.

I see the warmth of people in daily interactions with new eyes. Maybe because in Jakarta I don’t speak the language enough, and I am thus deprived of those daily exchanges that are so important to the soul. Maybe because I see them in the eyes of my sons, who marvelously rejoice as they arrive in Italy, and never get tired of saying how nice it is to be able to crack a joke with a shop keeper, to exchange a few words with the gas station man, or to share a laughter or an opinion with a total stranger. It’s in their thirst for human contact and their joy when they move around that I realise how hard it is when this quality is missing from everyday life.

Ode to ItalyI have the impression that every year the country becomes more beautiful. I discover new things, even in places where I have already lived or passed by, and I realise there are so many more to find out. Italy is beautiful – her countryside is beautiful, her cities and villages are beautiful, her sea, mountains, churches, cobbled streets, monuments are beautiful, and coming from Jakarta, which has many gifts but is not really a handsome place, I am suddenly aware of how lucky I am to be able to call this visually beautiful country mine.

The food in Italy is the best in many ways that can be found on earth. The richness and variety of gastronomic traditions never stops surprising me. The freshness of the ingredients and the simplicity of some delicious dishes reveal love for the land but also for life. And I don’t think it is necessary to talk about the climate – despite climatic changes, summer in Italy remains summer.

I know the government sucks, taxes are exorbitant and you never know what to expect in terms of legal and public systems in Italy. Many other countries are no better, though. And after living on many continents and witnessing numerous realities, I tend to conclude that whereas it is important to have a good tax system and an impeccable health assistance, human interactions and genuine taste for life remain of basic importance to navigate in life.

 

*********

Questo post è dedicato agli italiani e alle italiane che han perso tutto nel terremoto del 24 agosto 2016

Ode to Italy3Ho da poco condiviso sulla mia pagina FB un post che ho scritto l’anno scorso quando sono tornata a Jakarta dopo la mia vacanza estiva, dicendo che a parte qualche dettaglio, poteva essere ancora valido oggi. In realtà quest’anno c’è qualcosa che devo aggiungere. Ogni volta che tornavo da una bella vacanza in Toscana e con la mia famiglia, sentivo che quello che mi mancava era lei: la bellissima regione che amo profondamente, dove si trova quella che chiamiamo casa. E naturalmente mi mancavano i miei figli e la mozzarella. Quest’estate, però, il mio periodo italiano mi ha lasciato qualcosa di più. Non so se è perchè il clima generale ha finalmente cominciato a migliorare, o semplicemente perchè sono io che sto cambiando, ma come mai prima sento un amore inedito per il mio paese d’origine, e una malinconia, adesso che sono dall’altra parte del mondo, che mi ammorbidisce il cuore. E’ un sentimento totalizzante, non solo legato a momenti personali felici o alla mia passione per il buon formaggio: per la prima volta da anni, sono rientrata con l’impressione che nonostante tutti i suoi lati negativi e le sue difficoltà, l’Italia rimane uno dei paesi migliori che ho conosciuto finora in termini di qualità di vita.

Non ho certo scoperto l’acqua calda. Tutti sanno che l’Italia è famosa nel mondo per alcuni dei suoi tratti che sono unici, e io stessa non lo scopro certo oggi. Tanti aspetti degli aspetti che l’Italia racchiude, però, per me sono diventati importanti in questa fase della mia vita. Vedo il calore nelle interazioni quotidiane tra la gente con occhi nuovi. Forse perchè a Jakarta parlo a malapena la lingua, e non posso quindi godere di quegli scambi che sono così importanti per l’anima. Forse perchè li vedo con gli occhi dei miei figli, che si rilassano completamente appena arrivano in Italia, e non si stancano mai di ripetere quanto bello sia fare una battuta con un negoziante, scambiare qualche parola con il benzinaio, o condividere una risata o un’opinione con un completo estraneo. E’  nella loro sete di contatto umano e nella loro gioia quando vanno in giro in Italia, che capisco quanto sia dura quando questo calore manca dalle interazioni quotidiane.

Ode to Italy2Ho l’impressione che il paese diventi più bello ogni anno. Scopro cose nuove, anche in posti dove ho già vissuto o dove sono passata, e so che ne ho ancora tantissime da esplorare. L’Italia è bella – i suoi paesaggi son belli, le sue città e villaggi son belli, il suo mare, le sue montagne, le sue chiese, le sue strade acciottolate, i suoi monumenti sono belli, e venendo da Jakarta, che ha tante doti ma sicuramente non l’avvenenza, mi rendo conto di quanto io sia fortunata a poter chiamare mio un paese così bello.

Il cibo in Italia è in assoluto il migliore che si possa trovare al mondo, sotto tanti aspetti. La ricchezza e la varietà delle tradizioni gastronomiche non smette mai di stupirmi. La freschezza degli ingredienti e alcuni dei deliziosi piatti rivelano amore per la terra, ma anche e soprattutto per la vita. E non penso sia necessario che vi parli del clima: nonostante i cambiamenti climatici, l’estate in Italia resta estate.

So che il governo fa schifo, che le tasse sono esorbitanti e che in Italia non si sa mai cosa aspettarsi dal punto di vista legale e della gestione pubblica. Tanti paesi non sono meglio, però. E dopo aver vissuto in vari continenti e aver conosciuto diverse realtà, tendo a concludere che mentre è sicuramente importante avere un buon sistema fiscale e un’assistenza sanitaria a tutto tondo, le interazioni umane e un gusto genuino per la vita restano di importanza fondamentale per navigare nella vita.

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Giulia ha detto:

    Penso tu abbia detto la cosa più veriteria del mondo per noi italiani all’estero. È bello avere l’autobus puntuale, fare 0 fila alla posta e avere una burocrazia snella e veloce. Ma rinuncerei volentieri a tutte queste cose se potessi tornare in Italia ed essere circondata dal calore e dall’affabilità che ci contraddistingue.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...