Structure

Leggi in italiano

I had gone a bit messy recently with my online world. I manage or co-manage three websites and a blog. I manage or co-manage four FB groups and a FB page. I have two FB profiles, one is personal, and one I inherited from Expatclic (it was its own profile), and I now use it as official professional profile. I have a personal website and a personal blog. And of course, a Linkedin and a Twitter profile. I have eight e-mail addresses, and several mailing lists. I also launch a community platform every time a new edition of my online course to build a portable career starts.

FBAll this would not be bad in itself because I know it stems from my unbridled passion for communication, networking and people. But each and everyone of these socials, groups, websites, blogs and what not, takes time, concentration and energy. And as we all know, time is never enough and days should be made of at least 48 hours.

I have thought long and hard to which one of the above-mentioned I could give up, and I came to an interesting conclusion: none 🙂 I love Facebook and I love my other socials. I can’t think of a single one of my projects I could live without. I  have so many friends around the world who write me on the e-mail address they happen to have registered, that I cannot image how I could channel them all in a single mail – and how long that would take me.

Still, I was growing confused, using my professional FB account instead of the personal one, writing a post without knowing whether it should go to the blog, to Linkedin or to Expatclic, sharing something on Twitter and then wondering whether it’s ok to share on FB, too…I  needed to stop and rearrange things. I needed structure.

With all of my coaching clients, we always end up facing the fact that the lack of structure penalizes all spheres of life, be them personal or professional. And what sort of coach am I, if I help my clients but cannot structure my own life 🙂 ? So this is how I reorganized my virtual world, and you should go on reading only if you are a big fan of mine and follow me everywhere 😀 :

  • When_tramy professional FB profile will be closed (if FB allows me…otherwise it will just die), and will be replaced by a professional page
  • on my personal FB profile I will only give friendship to people I personally know, those who have participated in my courses, or with whom I have had important virtual interactions
  • my website will be restructured so that I will be able to post there, too
  • my posts and articles will be published according to a precise structure: the intimate/personal ones, those linked to my every day life, will appear in the blog you are reading; those about my work (coaching and intercultural issues) will go to my personal website; those on big issues about life abroad will go to Expatclic
  • I will try to slowly bring all my friends to use one e-mail only, and keep on using the other ones with the project they are related to.

I’ll let you know, of course, when all of this is in place. In the meantime, if you have any suggestion or want to share your way of managing your virtual world…I am all ears!

******

Recentemente mi sono trovata in una sorta d’impasse nel mio mondo virtuale. Gestisco o co-gestisco tre siti web e un blog. Gestisco o co-gestisco quattro gruppi e una pagina Facebook. Ho due profili Facebook, uno è personale, l’altro l’ho ereditato da Expatclic (era il suo profilo), e ora lo uso come profillo professionale. Ho un sito web e un blog personale. E naturalmente, un profilo Linkedin e uno su Twitter. Ho otto indirizzi di posta elettronica, e varie liste d’invio. Lancio anche una nuova piattaforma comunitaria ogni volta che parte il mio corso per costruire una carriera portatile.

OrologioTutto ciò non sarebbe male in sè perchè so che questo allegro caos scaturisce dalla mia viscerale passione per la comunicazione, il network e la gente. Ma ognuno di questi socials, gruppi, siti, blog e compagnia, prende tempo, concentrazione ed energia. E come tutti sappiamo, il tempo non basta mai, e la giornata dovrebbe avere almeno 48 ore.

Ho pensato a lungo a cosa potrei rinunciare di quello che ho detto sopra, e sono arrivata a una bella conclusione: a niente! Amo Facebook e amo i miei altri social. Non riesco a pensare a uno solo dei miei progetti al quale potrei rinunciare. Ho così tanti amici in tutto il mondo che mi scrivono all’indirizzo che hanno registrato, che non riesco a immaginarmi come potrei canalizzarli tutti in un indirizzo unico – e quanto tempo mi prenderebbe la manovra.

Però è innegabile che ero sempre più confusa, usando il mio profilo FB professionale invece di quello personale, scrivendo un post senza sapere esattamente dove postarlo, se sul blog, Linkedin, o Expatclic, condividendo cose su Twitter per poi chiedermi se vale la pena condividerle anche su Facebook, e così via. Avevo bisogno di fermarmi e riorganizzare le cose. Avevo bisogno di struttura.

Con tutti i miei clienti di coaching, finiamo sempre per trovarci di fronte al fatto che la mancanza di struttura penalizza tutte le sfere della vita, sia personali che professionali. E che coach sono, se aiuto i miei clienti ma non sono in grado di strutturare la mia vita??? Quindi ecco come ho riorganizzato il mio mondo virtuale, e vi avviso che dovreste continuare a leggere solo se siete miei grandi fan e mi seguite ovunque 😀 :

  • il mio profilo professionale su FB verrà chiuso (se FB me lo permette…altrimenti morirà di morte lenta), e sarà sostituito da una pagina professionale
  • sul mio profilo personale darò l’amicizia (beh, questo lo sto già facendo…) solo a persone che conosco personalmente, a chi ha partecipato ai miei corsi, o con cui ho avuto significativi scambi virtuali
  • il mio sito web sarà ristrutturato per permettermi di postare articoli anche lì
  • i miei post e articoli verranno pubblicati secondo una struttura ben definita: quelli personali/intimi, legati alla mia vita di tutti i giorni andranno nel blog che state leggendo; quelli sul mio lavoro (coaching e questioni interculturali) andranno sul mio sito web personale; quelli sui grandi temi dell’espatrio andranno su Expatclic
  • tenterò di portare pian piano gli amici a usare un solo indirizzo di posta elettronica, e continuerò ad usare gli altri a seconda del progetto ai quali sono legati.

Naturalmente vi farò sapere quando tutto ciò avviene. Nel frattempo, se avete consigli o volete raccontarmi in che modo gestite il vostro mondo virtuale…sono tutta orecchi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...